- Casa Famiglia

CASA FAMIGLIA:

...Un giorno Fra' Elia mi raccontò che la sua Comunità doveva essere completamente diversa da tutte le altre...oltre ai suoi confratelli doveva dedicarsi a persone in difficoltà, sole ed abbandonate. Non doveva specializzarsi su qualcosa in particolare, per esempio sui tossicodipendenti, sulle giovani ragazze-madri o sugli anziani, doveva piuttosto essere in grado di TRASMETTERE AMORE ai più deboli, ai più soli ed in particolar modo ai giovani che corrono il rischio di venir isolati socialmente, soprattutto a causa di mancanza di legami familiari e sociali, carenze economiche o altro ancora. IL MODELLO DA SEGUIRE DOVEVA ESSERE QUELLO DELLA FAMIGLIA CRISTIANA.
In realtà l'obiettivo di Fra' Elia è quello di fondare una GRANDE FAMIGLIA., e precisamente, una famiglia i cui membri,GIOVANI E MENO GIOVANI, SIANO IN GRADO DI INTEGRARSI E DI RENDERSI UTILI ALLA COMUNITA'.(Autrice Fiorella Turolli)

DIREZIONE:
La casa famiglia sarà diretta dallo stesso Fra' Elia e dai suoi confratelli (per la parte educativa) con l'ausilio di due famiglie che sostituiranno in tutto e per tutto quella originaria.
Queste due famiglie verrebbero a loro volta aiutate dai membri adulti della comunità, persone un tempo sole, ma che confortate dall'amore fraterno, ritroveranno la gioia di vivere.
Così si formeranno gli uomini di domani dando allo stesso tempo conforto agli uomini e donne di ieri che avevano perso ogni speranza, valorizzandoli secondo i loro talenti.
I giovani trasmetteranno forza e coraggio, i meno giovani ordine e saggezza.


Family- Home

One day Brother Elia told me that his Community had to be completely different from all the others… as well as his fellow brothers he had to dedicate himself to people who had difficulties, who were alone and abandoned. He would not specialize in something in particular, for instance to those who were addicted to drugs, to the young unmarried mothers or the aged. Rather he had to be able to CONVEY LOVE to the weakest, the very lonely and in a particular way to those who lacked family and social ties, who were economically depraved and so on. THE MODEL TO FOLLOW HAD TO BE THAT OF A CHRISTIAN FAMILY. In reality Brother Elia’s objective is to establish a BIG FAMILY … and precisely a family whose members, YOUNG AND NOT SO YOUNG, ARE ABLE TO INTERGRATE AND BECOME HELPFUL TO THE COMMUNITY. (Author Fiorella Turolli)


DIRECTION:

Brother Elia himself and his fellow brothers will direct the Family -Home (for the educational side), with the aid of two families that will substitute in every way the original one. These families will be, at the same time, assisted by the adult members of the community, people who once were alone themselves, but comforted by the brotherly love, have found the joy of living. Thus the people of tomorrow will be formed, who, at the same time, will give comfort to the people of yesterday who have lost every hope, enhancing the value of their talents. The young will transmit strength and courage, and the not so young order and wisdom.